Washi, la carta giapponese

Bologna, 10 febbraio 2019 ore 10
Laboratorio di realizzazione di carta tradizionale giapponese con il maestro Nobushige Akiyama

Nell'ambito della mostra Hokusai Hiroshige. Oltre l'onda

La carta fatta a mano, washi, nata dalla lavorazione artigianale del cosiddetto “gelso della carta”, kozo, è un materiale di estrema bellezza, matericità e neutralità: tutte qualità che lo rendono perfetto per accompagnare l’estro creativo di chiunque voglia utilizzarlo.

Utilizzata per oltre mille e trecento anni come supporto per gli scritti buddhisti, per l’ikebana, per gli origami, per lo shodo, per decorare le lanterne e per la pittura, nonché per cucire paralumi, kimono, paraventi, la carta washi è stata dichiarata nel 2014 Patrimonio dell’Umanità.

ll maestro Nobushige Akiyama accompagnerà i partecipanti nel mondo della carta giapponese washi e fornirà gli elementi minimi per la sua produzione artigianale attraversando le fasi di realizzazione e proponendo, inoltre, possibili usi artistici del materiale prodotto. Per la non facile reperibilità della materia prima in Italia il maestro Akiyama spiegherà come, con vegetali alternativi ampiamente diffusi nel nostro paese, sia comunque possibile realizzare dell’ottima carta artigianale da impiegare in molteplici modi.

Quota di partecipazione: € 5 da sommarsi al biglietto d’ingresso. Max 15 partecipanti.

Dove: Museo Archeologico di Bologna Via dell’Archiginnasio, 2

Iscriviti al laboratorio compilando il seguente modulo: